Dieci Uomini (Ten Men)
Commenti generali
Lunghezza Stringa: 2B.
Figura base con molte varianti. Figura molto conosciuta nelle isole del Pacifico, nelle Fiji come "Imbi", nelle Tonga come "Loukabe", nelle Gilberts come "Ba Ni Mai" ("Foglie dell'albero del pane"). Il nome di Dieci Uomini deriva dalle isole Caroline e si riferisce alle 10 "X" formate all'interno della figura che rappresentano 10 uomini con braccia e gambe spalancate a formare appunto una "X". Questa figura e' anche utilizzata da James R. Murphy (Inoli) nei suoi corsi di matematica: vedi "Using String Figures to Teach Math Skills Part 2: The Ten Men System" Bulletin of the International String Figure Association, Vol. 5, 159-209, 1998. J.R. Murphy e' un indiano Cherokee che insegna matematica a New York; Inoli (Volpe Nera) e' il suo nome Cherokee.
Descrizione figura
1 - Apertura A
2 - Con i denti prendere 5l al centro e tirarla verso il corpo.
3 - S2 passa sopra la stringa 5l di sinistra (cioe' quella che va dai denti a S5) e prende su la stringa 5l di destra
4 - D2 prende su la stringa 5l di sinistra; rilasciare la stringa dai denti e ritornare in posizione.
Nota: i passi 2-3-4 rappresentano il modo "tradizionale" di iniziare la figura; Murphy pero' ci insegna un metodo "moderno" per ottenere la stessa cosa, metodo che uso anche io nei miei filmati e che e' il seguente:
2a - Girare il palmo di D leggermente verso il corpo; S2 aggancia su (da dietro) D5l e si allontana leggermente
3a - D2 prende su (da sotto) la stringa appena presa da S2 (cioe' la 2v distale)
4a - Tornare in posizione; continuare con il passo 5.
5 - Rilasciare i cappi 1.
6 - 1, sotto i cappi 2, prende su 5v e ritorna
7 - 1, passa sopra 2v inferiore, prende su 2v superiore e ritorna in posizione
8 - Navajo 1
9 - Rilasciare il cappio 2 superiore
10 - Trasferire il cappio 1 su 2
11 - Ripetere i passi 6, 7 e 8
12 - 3, sopra 2l superiore, prende su 2v inferiore e ritorna pizzicando tra 2 e 3 la stringa appena presa
13 - rilasciare 5, girare le palme in avanti ed estendere la figura
Dieci Uomini

Dieci Uomini Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Oxygene (D)
Il Sistema dei Dieci Uomini (Ten Men System)
Ecco qui' di seguito un riassunto del Sistema dei Dieci Uomini come definito da Inoli (James R. Murphy). La sequenza di costruzione della figura Dieci Uomini si puo' suddividere in 5 fasi caratteristiche:

1 - Costruzione del "Telaio": corrisponde ai passi da 1 a 5

2 - Intreccio o Tessitura (prima iterazione): passi 6, 7 e 8; il passo 6 e' anche chiamato "Prima parte dell'intreccio", il 7 la "Fine dell'intreccio" e 8 e' il solito Navajo

3 - Ricostruzione del Telaio: passi 9 e 10

4 - Intreccio (seconda iterazione): passo 11

5 - Estensione: passi 12 e 13

Consideriamo adesso la fase di intreccio, in particolare la prima parte che, nel nostro caso e' il passo 6 (cioe' 1, sotto i cappi 2, prende su 5v e ritorna). Questa fase puo' essere fatta in modi diversi, per esempio un modo puo' essere: 1, sotto i cappi 2 e sotto 5v, prende su 5l e ritorna oppure un altro, 1, sotto i cappi 2 e sopra 5v, prende su 5l e ritorna. Queste tre modalita', l'originale e le due varianti or ora definite vengono chiamate rispettivamente a b e c. Riassumendo si ha:

a: 1, sotto i cappi 2, prende su 5v e ritorna

b: 1, sotto i cappi 2 e sotto 5v, prende su 5l e ritorna

c: 1, sotto i cappi 2 e sopra 5v, prende su 5l e ritorna

Con queste definizioni, la figura originale dei Dieci Uomini puo' essere identificata facilmente con la dicitura a a indicando con ognuna a una delle due fasi di intreccio (cioe' la prima e la seconda iterazione).
Usando i modi b o c nella fase di intreccio della prima o della seconda iterazione la figura finale cambia aspetto; con due iterazioni e tre modi si ha cosi' un totale di 32 diverse figure (Disposizione con ripetizione). Nessuno pero' ci impedisce di aumentare il numero di iterazioni per cui possiamo avere figure del tipo a a a oppure a b a o a b c b a. Se ci limitiamo, per praticita' di esecuzione della figura, a 5 iterazioni, con tre modi si ha un totale di 35 = 243 varianti.
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a a a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Oxygene (D)
Consideriamo adesso la seguente variante del passo 6:

a': 1, sotto i cappi 2, aggancia giu' 5v e ritorna ruotando lontano dal corpo (in sostanza il cappio 1 viene ad avere un mezzo giro).

Se si fa la prima iterazione usando a, la seconda usando a' e poi si continua come se si volesse fare una terza iterazione, nella fase 3 di ricostruzione del Telaio, si riottiene il telaio di partenza, cioe' l'effetto delle azioni di a e a' e' stato quello di annullarsi a vicenda. Attenzione che l'annullamento avviene solo se si completa il movimento con la Ricostruzione del Telaio. L'intreccio a' viene chiamato il reciproco o l'inverso di a.
Analogamente si possono definire gli inversi degli intrecci b e c come:

b': 1, sotto i cappi 2 e sotto 5v, aggancia giu' 5l e ritorna ruotando lontano dal corpo.

c': 1, sotto i cappi 2 e sopra 5v, aggancia giu' 5l e ritorna ruotando lontano dal corpo. Questo movimento e' estremamente difficile da eseguire correttamente perche' e' praticamente impossibile agganciare giu' 5l passando sopra 5v e ritornare ruotando verso il corpo senza agganciare in questo movimento anche 5v. La cosa migliore da fare e' probabilmente quella di eseguire c e poi, una volta ritornati in posizione, estrarre il cappio 1D usando S, dargli mezzo giro lontano dal corpo e rimetterlo in 1D e poi rifare la stessa cosa per il cappio 1S. Questo movimento Murphy lo chiama "downflip"

Aggiungendo le varianti delle 3 operazioni inverse nelle 5 iterazioni si arriva ad un totale di 65 = 7776 varianti.
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a a a a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Oxygene (D)
Restano ancora due varianti da definire, d ed e e le loro inverse d' ed e'. Il fatto che ci siano ancora due varianti deriva dalla considerazione che generalmente un cappio o non viene ruotato oppure viene ruotato di mezzo giro (180 gradi) oppure di un giro intero (360 gradi); la rotazione poi puo' essere verso il corpo o lontano dal corpo. La variante b infatti si puo' pensare come una a a cui si fa seguire una mezza rotazione di 5 verso il corpo, mentre la variante c si puo' pensare come una a a cui si fa seguire una mezza rotazione di 5 lontano dal corpo. In base a queste considerazioni e' quindi ovvia la definizione di d ed e: rotazione intera di 5 verso il corpo per d e rotazione intera lontano dal corpo per e.
L'esecuzione di queste due varianti e' un po' complicata e necessita dell'uso di 3 come supporto intermedio:

d: 1, sotto i cappi 2, spinge in avanti 5v e la fa passare sotto 5l; 3, sopra 5l, prende su la 5v spinta da 1; 1 sotto i cappi 2 si infila da sotto nei cappi 3, li rimuove e ritorna in posizione ripassando sotto i cappi 2.

e: con la punta del polpastrello, 3 spinge 5v sopra e oltre 5l e poi verso il basso in modo che 5v passi oltre 5l; 1 passa sotto i cappi 2 e 5 e prende su da sotto questa stringa 5v che 3 sta facendo scavalcare; 1 ritorna in posizione passando sotto tutto.

L'esecuzione di d' ed e' sfrutta la stessa tecnica utilizzata per c':

d': eseguire d e poi, una volta ritornati in posizione, estrarre il cappio 1D usando S, dargli mezzo giro lontano dal corpo e rimetterlo in 1D e poi rifare la stessa cosa per il cappio 1S.

e': eseguire e e poi, una volta ritornati in posizione, estrarre il cappio 1D usando S, dargli mezzo giro lontano dal corpo e rimetterlo in 1D e poi rifare la stessa cosa per il cappio 1S.

A questo punto abbiamo 10 intrecci a b c d e a' b' c' d' e' che portano, con le nostre 5 iterazioni un totale di 105 = 100000 varianti. Anche solo considerando le 2 iterazioni della figura classica dei Dieci Uomini si hanno comunque 100 varianti, un numero di figure gia' difficile da maneggiare. L'articolo di Murphy citato sopra presenta queste 100 figure in una matrice 10x10.
Ma la cosa non finisce qui, anzi......
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a a a a a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Oxygene (D)
Chiediamoci adesso cosa succede se durante il primo intreccio invece di far passare 1 sotto i cappi 2 nel passo 6, si fa passare 1 sotto 2v inferiore ma sopra 2l inferiore prima di prendere su 5v, cioe', piu' formalmente:

6A - 1, sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore) prende su 5v e ritorna.
Se poi si completa la figura seguendo i passi normali si ottiene un risultato diverso dalla a a; estendendo il concetto si puo' applicare questa variante 6A in tutti i dieci intrecci a b c d e a' b' c' d' e' ottenendo dieci figure differenti; in sostanza, come dice Murphy, alterando leggermente la prima fase dell'intreccio, si entra in una sorta di "mondo parallelo" a quello visto, con figure diverse che differiscono nella costruzione solo per la piccola variazione del primo intreccio. Questo nuovo universo viene chiamato Universo-A e i corrispondenti intrecci indicati come:

Aa Ab Ac Ad Ae Aa' Ab' Ac' Ad' Ae'

Si puo' a questo punto iniziare tutta una serie di variazioni sul movimento di 1, per esempio;

6B - 1, sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) e sotto 2l inferiore, prende su 5v e ritorna.
Altro universo, Universo-B, indicato come:

Ba Bb Bc Bd Be Ba' Bb' Bc' Bd' Be'

L'Universo-C sara' definito dal seguente passo:

6C - 1, sopra il cappio 2 inferiore (ma sotto il cappio 2 superiore), prende su 5v e ritorna.
Questo nuovo universo, Universo-C, viene indicato come:

Ca Cb Cc Cd Ce Ca' Cb' Cc' Cd' Ce'

Aumentiamo la complessita' del movimento di 1 nel seguente modo:

6D - 1, sotto 2v inferiore, prende su 2l inferiore e ritorna; 1, sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), prende su 5v e ritorna attraverso il "buco" 2v-2l inferiori.
Questo e' l'Universo-D, indicato come:

Da Db Dc Dd De Da' Db' Dc' Dd' De'

Per simmetria, l'Universo-E e' definito dal passo:

6E - 1, sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), prende su 2l inferiore e ritorna; togliere 1 dal cappio e infilarlo nel cappio nell'altro senso spingendo con il polpastrello di 1 il cappio verso il basso; 1 prende su 5v e ritorna attraverso il "buco" 2v-2l inferiori. L'Universo-E viene indicato come:

Ea Eb Ec Ed Ee Ea' Eb' Ec' Ed' Ee'

Avremo quindi, per il momento, un totale di 60 diversi intrecci, 10 relativi all'universo "normale" e 10 ciascuno per i 5 universi ora visti A B C D E. Per due iterazioni si ha un totale di 602 = 3600 varianti (gli studenti di matematica di Murphy ne hanno ancora per qualche anno.....) mentre per 5 iterazioni il totale sale a 605 = 777600000 (ho il sospetto che i suoi studenti non ce la faranno a finirle...)
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a Aa' a a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
Come si vede dai filmati presentati, l'aggiunta di iterazioni, a per esempio, aggiunge dei cappi alla base della figura finale i quali tendono a farla "collassare" verso il basso. L'applicazione inoltre di a a' a e' l'equivalente di a in quanto a a' si annullano. Come visto l'annullamento dell'azione avviene solo se i due intrecci (o iterazioni che dir si voglia), inversi l'uno all'altro, sono seguiti da un'altra iterazione; questo perche' l'ultima iterazione non viene completata ma si evolve nella fase di apertura.
Se invece adesso si esegue a Aa' a la figura e' molto piu' ricca perche' la mossa dall'Universo-A blocca l'annullamento a a' e inoltre riduce il collassamento della figura verso il basso. Questo si puo' ben vedere eseguendo le figure a Aa' a a e a Aa' a Bc a.
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a Aa' a Bc a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
Ma Murphy non si ferma qui, anzi, inizia a definire una caterva di altri universi: eccoli!!! (ricordo solo che con l'espressione "fare uno qualunque degli intrecci a-e'" vuol dire eseguire solo il passo 6).

Universo_DD: fare uno qualunque degli intrecci a-e' e, nella fase di ritorno, 1 prende su 2l inferiore.

Universo_EE: fare uno qualunque degli intrecci a-e' e, nella fase di ritorno, 1 prende su 2v inferiore.

Universo_F: 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), fare uno qualunque degli intrecci a-e' e, nella fase di ritorno, 1 prende su 2v inferiore.

Universo_G: 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), sotto 2l inferiore, fare uno qualunque degli intrecci a-e' e, nella fase di ritorno, 1 prende su 2l inferiore.

Universo_H: 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), fare uno qualunque degli intrecci a-e' e ritornare; 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) e sotto 2l inferiore, prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_I: 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), sotto 2l inferiore, fare uno qualunque degli intrecci a-e' e ritornare; 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_J: fare uno qualunque degli intrecci a-e', ritornare, 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), sotto 2l inferiore, prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_K: fare uno qualunque degli intrecci a-e', ritornare, 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_L: fare l'Universo-D poi 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_M: fare l'Universo-E poi 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore), prende su la rimanente stringa 5 in modo che 1 abbia due cappi (cioe' non lasciare scivolare via il primo cappio).

Universo_N: fare uno qualunque degli intrecci inversi a' b' c' d' e' poi 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su la rimanente stringa 5; Navajo 1 quindi finire l'intreccio normalmente (cioe' 1 prende su 2v superiore, Navajo 1 o in altre parole, fare i passi 7 e 8). L'Universo-N in genere viene eseguito per ultimo nella sequenza perche' aggiunge i passi finali dell'iterazione.

Universo_O: come l'Universo-N eccetto che 1 passa sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) invece di passare sotto 2v inferiore.

Universo_P: fare uno qualunque degli intrecci a-e', poi 1 sotto 2v inferiore, sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su la rimanente stringa 5 e ritorna "attraverso il buco" (cioe' lo spazio tra 2l inferiore e la prima stringa 5 che era stata presa su da 1 durante uno qualunque degli intrecci a-e' fatti all'inizio, oppure, detto in altro modo, fare il Navajo di 1 con la stringa 5 presa su durante il primo intreccio); in questo modo 1 viene ad avere un solo cappio.

Universo_Q: fare uno qualunque degli intrecci normali a b c d e poi 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) e sotto 2l inferiore, aggancia giu la restante stringa 5 e ritornando ruota lontano dal corpo e passa "attraverso il buco" (cioe' lo spazio tra 2l inferiore e la prima stringa 5 che era stata presa su da 1 durante uno qualunque degli intrecci a-e fatti all'inizio, oppure, detto in altro modo, fare il Navajo di 1 con la stringa 5 presa su durante il primo intreccio); in questo modo 1 viene ad avere un solo cappio; questo cappio si ritrova con un mezzo giro. Lo stesso risultato si puo' ottenere invece di agganciare giu' la restante stringa 5 con 1, prendendola su con 1, poi ritornare attraverso il buco e fare l'operazione di "downflip" (come la chiama Murphy) come descritta nell'intreccio c' cioe' togliere 1 dal cappio, dare mezzo giro al cappio lontano dal corpo aiutandosi con l'altra mano poi rimettere 1 nel cappio; fare questo prima con 1D e poi con 1S o viceversa.

Universo_R: come l'Universo-Q con la sola differenza che invece di passare 1 sopra 2v inferiore e sotto 2l inferiore, lo si fa passare sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore).

Universo_S: fare l'Universo-Q poi 1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su 5v in modo che 1 abbia su 2 cappi.

Universo_T: fare un intreccio a (solo prima parte) poi 1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore) prende su 5l (da sotto) e ritorna; poi 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) e sotto 2l inferiore (aiutarsi con 3 se necessario) entra da sopra nel cappio 5 (vicino al dito) prende su dinuovo 5l e ritorna. Si hanno cosi' 3 cappi su 1; Navajo il cappio 1 inferiore sui due cappi 1 superiori quindi finire l'intreccio.

Universo_U: fare un intreccio a (solo prima parte) poi 3, sopra 5v, prende su 5l; 1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore), prende su 3l (non e' chiaro se si passa sopra o sotto 3v...a me sembra piu' logico da sotto) e ritorna "attraverso il buco" (cioe' lo spazio tra 2l inferiore e 5v); 1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore (ma sotto 2l superiore) si infila da sotto nel cappio 3; trasferire il cappio 3 su 1 e ritornare attraverso il cappio 2. 1 adesso ha due cappi.

Universo_V: come l'Universo-U ad eccezione del fatto che 1 invece di attraversare il cappio 2 inferiore da sotto (1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore) lo attraversa da sopra (1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) e sotto 2l inferiore). Vedere piu' avanti nelle Tecniche Avanzate per una descrizione completa.

Universo_W: come l'Universo-U ad eccezione del fatto che 1 invece di attraversare il cappio 2 inferiore da sotto (1 sotto 2v inferiore e sopra 2l inferiore)  passa sopra il cappio 2 inferiore, sotto 2v superiore e sopra 2l superiore. Utile solo come mossa finale. 

Universo_X: fare uno qualunque degli intrecci a-e',  e nel ritorno 1 prende su 2l inferiore; con 3 prendere su la rimanente stringa 5; 1 sopra 2v inferiore (ma sotto 2v superiore) prende su 3l e ritorna "attraverso il buco" (durante il ritorno due stringhe scivolano via da 1); 1 sopra il cappio 2 inferiore, trasferire il cappio 3 su 1 in modo da avere due cappi su 1.

Avremo quindi un "multiverso" costituito da 27 universi; di questi, 18 hanno 10 intrecci, 5 ne hanno 5 e 4 ne hanno uno solo, per un totale di 209 differenti intrecci. Le varianti a questo punto raggiungono valori "stratosferici". Per 2 iterazioni avremo 2092 = 43681 mentre 5 iterazioni portano il valore a 2095 = 398778220049. Se poi pensiamo che Murphy, utilizzando tecniche particolari per evitare il collasso, arriva a fare anche 10 iterazioni.........c'e' sicuramente spazio per scoprire figure mai fatte da mano umana.
Pausa.....
Dieci Uomini

Dieci Uomini a Aa' a Bc a Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
Variazioni Tridimensionali
La figura dei Dieci Uomini puo' anche assumere una forma tridimensionale; per ottenere cio' si deve per prima cosa eseguire il movimento chiamato Katilluik. Questa parola proviene dalla lingua Inuit e vuol dire "mettere insieme"; vediamo i movimenti da fare:

1 - Costruire il "Telaio": passi da 1 a 5 di Dieci Uomini

2 - Trasferire il cappio 2 superiore su 3 in modo da poter lavorare sul cappio 2 inferiore (si dice anche memorizzare o salvare il cappio 2 distale in modo da poterlo riprendere intatto alla fine dell'operazione.... un po' come fare un push nello stack per salvare un registro utilizzato da una routine di interrupt per esempio...)

3 - Avvicinare le mani e infilare da sotto 2D nel cappio 2S; togliere 2S dal cappio;

4 - Reinserire 2S da sotto in entrambi i cappi di 2D e allontanare le mani per tornare in posizione. A questo punto 2 dovrebbe avere 2 cappi; di questi le stringhe 2v sono trasversali dirette, come pure una delle 2l; l'altra 2l in realta' e' costituita da due stringhe che si incrociano all'interno della figura e vanno verso 5 a formare la 5vS e 5vD. Questi due cappi su 2 vanno d'ora in avanti considerati come un cappio solo durante le successive operazioni di intreccio e di apertura.

5 - Ripristinare il cappio 2 superiore trasferendo il cappio 3 su 2.

I passi da 2 a 5 costituiscono l'operazione Katilluik.
Pausa.....
Dieci Uomini Katilluik

Dieci Uomini Katilluik Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
Nessuno poi ci vieta di applicare l'operazione di Katilluik su entrambi i cappi 2: quello superiore e quello inferiore. I movimenti sono:

1 - Costruire il "Telaio": passi da 1 a 5 di Dieci Uomini

2 - Avvicinare le mani e infilare da sotto 2D nel cappio 2S superiore; allontanare un po' togliendo 2S dal cappio superiore;

3 - Reinserire 2S da sotto nei due cappi superiori di 2D, allontanare leggermente le mani togliendo i due cappi superiori di 2D.

4 - Reinserire 2D da sotto nei tre cappi di 2S; allontanare leggermente le mani  togliendo i tre cappi da 2S.

5 - Reinserire 2S da sotto nei quattro cappi di 2D e allontanare le mani per tornare in posizione. A questo punto su 2 ci sono quattro cappi:  due inferiori e due superiori. Ognuna di queste coppie va considerata come un singolo cappio durante i movimenti.

I passi da 2 a 5 costituiscono l'operazione Katilluik doppio.
Pausa.....
Dieci Uomini Katilluik Doppio

Dieci Uomini Katilluik Doppio Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
A questo punto, per ottenere la figura tridimensionale si inizia con un Katilluik normale (non doppio) e poi si continua con le operazioni di intreccio (due iterazioni) utilizzando gli intrecci a-e' dell'universo normale. Si apre infine la figura ricordandosi di considerare le due stringhe 2v inferiori come una sola anche durante la fase di apertura. Una volta aperta si potra' osservare una stringa trasversale piu' o meno all'altezza del centro della figura. Bastera' a questo punto agganciare giu' con 4 e 5 questa stringa trasversale tenendo il piu' aperti tra loro ed equidistanti i tre punti di aggancio della figura su ogni mano per avere la figura dei Dieci Uomini tridimensionale.
 Pausa.....
Dieci Uomini
Dieci Uomini
Dieci Uomini
Dieci Uomini

Dieci Uomini a a 3D Colonna sonora: Jean-Michel Jarre - Equinoxe (D)
Tecniche Avanzate
Le vediamo appena possibile neh!.